Home
 
 
 
Così venisti al mondo
da tanti luoghi vieni,
dall'acqua e dalla terra,
dal fuoco e dalla neve,
da così lungi cammini
verso noi due,
dall'amore terribile
che ci ha incatenati,
che vogliamo sapere
come sei, che ci dici,
perchè tu sai più
del mondo che ti demmo.
Pablo Neruda
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
finalmente si torna a casa in tre!!!
Vince E Betta
 
Finalmente si torna a casa in tre !!!!
Inutile negare l'emozione del rientro dopo un lungo periodo, nell'attesa (speriamo) di una gran festa all'aeroporto tra genitori, parenti e amici.
Ma come dimenticare questi 54 giorni (per nulla facili), scanditi dal lento trascorrere del tempo boliviano, che ci hanno portato alla nostra prima maternita' e paternita'?
Come dimenticare il momento dell'incontro con il nostro cucciolo nato dal cuore?
Come dimenticare i bimbi dell'hogar che ci hanno chiamati mamma e papa' e hanno riso (spensierati per alcuni minuti) al canto delle filastrocche di Elisabetta, gridando "otra vez, otra vez"?
Come dimenticare questa terra antica e orgogliosa, i suoi odori, i suoi colori, e le sue donne "campesinos" avvolte nei loro manti colorati portando sulle spalle i propri figli o le mercanzie da vendere agli angoli delle
strade?
Come dimenticare le maestose Ande nel loro colore verde/marrone che ci davano il buongiorno ogni mattina aprendo le finestre, o il Cristo de la Concordia che ci ha vegliati e protetti in silenzio dall'alto della sua
collina sovrastante Cochabamba?
Come dimenticare il traffico bizzarro e clacsonante (Elisabetta si chiedeva sempre cosa farebbero i boliviani se non avessero il clacson) di tutti i giorni?
Ma soprattutto come trasferire queste emozioni al nostro bimbo che, con i suoi 12 mesi, serbera' il ricordo solo nel suo inconscio?
Speriamo di aver fatto cosa giusta filmando tutto il possibile, per potergli consegnare in eta' piu' matura, un DVD dal titolo: " Il nostro John che viene dalle Ande".
Con affetto
Vincenzo e Elisabetta