Home
 
 
 
Così venisti al mondo
da tanti luoghi vieni,
dall'acqua e dalla terra,
dal fuoco e dalla neve,
da così lungi cammini
verso noi due,
dall'amore terribile
che ci ha incatenati,
che vogliamo sapere
come sei, che ci dici,
perchè tu sai più
del mondo che ti demmo.
Pablo Neruda
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
SALTEÑAS

 

Michela Barba
 
   
Pasta
6 tazze di farina
6 cucchiai di burro
6 bianchi d’uovo
1/2 tazza di latte
1 cucchiaio di zucchero
1 tazza e 1/2 di acqua tiepida
1 cucharilla de sal (1 cucchiaino di sale)
Mescolate tutti gli ingredienti per la pasta.
Nel momento in cui la pasta risulta uniforme formare della palline.
Coprire con un panno e lasciar riposare fino al giorno dopo
Ripieno
3 cucchiai di burro
una tazza di cipolla bianca piccante
una tazza di porri
1cucchiaio e 1/2 di gelatina sciolta in 1/2 tazza di acqua
1/2 tazza di aglio tritato
sale e zucchero a piacere
pepe, cumino e origano a piacere
carne di maiale tagliata finemente
1 tazza arvejas cotto
una tazza di patate già sbollentate a cubetti
2 cucchiai di midollo di manzo
1/2 tazza di uva passa
2 uova sode tagliate
6 olive nere tagliate e senza nocciolo
Nel burro figgete la cipolla e aggiungete l’aglio, il sale, zucchero, cumino, pepe e origano. Aggiungete la carne e lasciate che prenda colore. Ritirate dal fuoco. Aggiungere la gelatina, e gli altri ingredienti, lasciate riposare nel frigo tutta la notte.
per fare le salteñas: formare alcuni dischi di 7-10 cm. Mettetervi un po’ di ripieno e ponete a su ogni disco l’uovo sodo tagliato e le olive. Chiudere la pasta come un panzarotto e passare sul bordo latte con uovo perché aderisca bene. Spennellarle con uovo la superficie e infornare a 180- 200° finchè siano dorate.N. B. Si consiglia di preparare pasta e ripieno il giorno prima