Home
 
 
 
Così venisti al mondo
da tanti luoghi vieni,
dall'acqua e dalla terra,
dal fuoco e dalla neve,
da così lungi cammini
verso noi due,
dall'amore terribile
che ci ha incatenati,
che vogliamo sapere
come sei, che ci dici,
perchè tu sai più
del mondo che ti demmo.
Pablo Neruda
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
la paz
Ragu
La nostra prima adozione risale a settembre 2003, a La Paz, qui sotto racconto brevemente i luoghi che abbiamo visitato durante i nostri 55 giorni via!!!
Tiawanacu merita tantissimo (anche se me lo ricordo anche per la mega gnolatona di mio figlio...!!! non so che gli fosse preso... o meglio, lo so, era sempre un: "Subime, papy!!!"= prendimi in braccio, papa!!! ma a 4000mt neppure mio marito ce la faceva!!! Il bolivianito era già di 16,5 kg!!! Ma a mio figlio proprio non andava - e non gli va molto neppure ora! - di farsi 2 passi tra i monoliti!!!). Potete mangiare là, c'è un ristorantino! Partite per i vostri giri sempre la mattina in modo da sfruttare la giornata... ovvio!!
Lo zoo è nella Zona Sur di La Paz, ci si va in taxi, magari vi fanno pagare il doppio o il triplo di una corsa in città (la quale è di ben 7 o 8 boliviani, cioè 70 centesimi di €!!!), non ricordo con esattezza, ma entrare allo zoo costa una sciocchezza ed è bello grande! se andate di sabato o domenica avete lì fuori la possibilità di rifocillarvi nelle baracchine (si mangia bene, fidatevi pure! potete uscire e poi rientrare! Ricordo che per i bagni si paga qualcosina, comunque centesimi, come sempre!). Se andate invece durante la settimana portatevi con voi il pranzo!! Merita starci dentro tutta la giornata! E se andate in taxi, magari vi fate dare il n° del taxista così quando uscite richiamate lo stesso, il sabato e la domenica ne trovate, ma gli altri giorni no, per cui meglio telefonare per farsi venire a prendere oppure sperimentare i tipici e folcloristici furgoncini a prezzi irrisori e con tanto di ragazzi che ti urlano “uno e 50, uno e 50, calacoto, san miquel…” - chi è stato o è a la paz può capire!!!! –
Il Parque Mirador Laikakota è invece in centro, giostrine, scivoli (ma di cemento!!!) alla faccia dei nostri giardini pubblici, lì i giochi e le costruzioni sono in cemento, ma divertenti per i bimbi, il sabato e la domenica sono un po' pieni, meglio durante la settimana, se non ricordo male si paga una stupidata ad entrare, ma i bimbi si divertono!
Lì di fronte c'è il parco giochi Kuskillo per i bimbi. Io non feci in tempo per l'inaugurazione, ma so che chi c'è andato l'ha trovato carino!!!
Va bè, poi le visite a San Francisco, a Plaza Murillo dove c'è la sede del parlamento... ricordo che noi siamo stati accompagnati a visitare anche le camere del senato ecc... da una gentilissima signora che ci raccontava un po' di storia politica boliviana, poi si vede che in realtà lo stava facendo di sua gentilissima iniziativa forse senza permesso, e ci han fatti uscire, ma intanto abbiam fatto un giretto!!! Chissà che adesso non sia possibile, che ci siano magari giude turistiche...?! Poi il mercato delle streghe (Calle Santa Cruz, parallela alla mitica, turistica e coloratissima Calle Sagarnaga, dove vorrete comprare tutto e di più!!!, ricordo però anche che dall’altra parte de El Prado, Calle Potosì e Comercio sono ben fornite, musica, negozi anche della Chicco…)
Caratteristica la visita ai mercati – ognuno ha il suo settore specifico!!! Del tipo il mercato della frutta, quello della verdura, quello dei vestiti, quello delle scarpe… tutti in zone diverse!!! Per ciò se ti devi comprare 2 limoni e i cappellino giri tutto La Paz!!! Oppure la visita ai mercati interni/al chiuso (Sopocachi…)
La Valle della Luna merita molto specialmente di pomeriggio, è un po’ più sotto la zona sur, ma ci si va anche in taxi tranquillamente! Ricordate che il percorso non è certo da passeggino, inoltrarsi nella valle è affascinante ma un po’ pericolosetto, e se arrivate di pomeriggio, forse i custodi vi dicono che hanno già chiuso, ma in realtà se insistete un po’ pregandoli perché siete turisti e non avete altri momenti per visitarla, ecc… vi fanno entrare lo stesso!!!
Mi raccomando i Cafè Alexander e le Teraza!!! Ne trovate lungo El Prado, ma anche nella piazza lì vicino all’hogar Carlos de Villegas, in Plaza Avaroa!!! (Un po’ di modernità non guasta!!!!)
A noi proposero una visita a Coroico, il problema è che stavano cominciando i “casini” contro il governo di allora e non ce la sentivamo di affrontare la strada più pericolosa del mondo (Yungas!) anche se ci avevano detto che ormai era aperta anche la strada nuova più sicura… vedete voi, e se andate ditemi!!!
Fatevi raccontare di dove sono i ristoranti/pizzerie di italiani, se avete nostalgia, e in zona Sur si mangia anche bene, è la zona ricca di La Paz, per cui trovate anche altri parchi/gioco, ricordo la catena tipo Mc Donalds, ma boliviana che si chiama “Pollo’s Cochabamba” dove all’interno hanno anche i giochi (tipo tubi e palline…) mitiche le Cicharronerie!!!!
Andatevi a vedere qualche partita allo stadio! (SE ANCORA GLIELE LASCERANNO FARE!!!!) Sulla qualità del gioco, magari… ma è miracoloso vedere che i boliviani riescono anche a correre a 4000 mt!!!
Girate e comprate!!! Musica? Vi consiglio di chiedere i KALA MARCA!!!!!! Fidatevi!!!!
Poi altre cose non ne ho… come già detto alla nostra prima adozione ad un certo punto non si poteva più uscire da La Paz per i casini tra campesinos e esercito, ma potreste farvi nuove esperienze!!! Lo so che forse con il bimbo non è sempre facile, il nostro poteva partire con gnolate incontrollabili (=capricci) improvvisamente, ma non ci siamo fatti condizionare!! La soluzione è trovare altre coppie, magari anche di altri enti e fare giretti con loro in modo che i bimbi possano un po’ “perdersi” a giocare tra loro; se il vostro ente non vi mette in contatto con coppie di altri enti, chiedete all’hogar!!! La compagnia è essenziale per la salute mentale di tutti!!! E certi legami, poi, non si sciolgono più!!!
Nel mio racconto mancano info per il Titicaca , in più noi non siamo andati fino a Copacabana che invece, da quanto mi hanno detto e da quanto ho visto in alcuni documentari: merita!!!
E ora tocca a voi!!!